Blog

MUTU

Saro e Salvuccio. Il prete e il mafioso. Una storia di due fratelli. Due vocazioni a confronto. Due uomini sotto lo sguardo dello stesso Dio. Insieme dopo tanti anni. Muti, tutti muti per anni, muti per fame e per necessità. Ma un giorno la coscienza ed il sangue cominciano ad urlare.

Scritto da Aldo Rapè
con Aldo Rapè e Gaspare Balsamo
Regia: Lauro Versari

Rassegna Stampa

due fratelli ed il mal di vivere…il conflitto perenne di due universi distanti…..interessante la drammaturgia di Rapè… che con un linguaggio semplice, ma incisivo racconta il male oscuro del vivere…” (La Repubblica, Palermo)

continua a scavare dentro il cuore di tenebra della Sicilia, Aldo Rapè, duro attacco ai silenzi che tagliano le gambe alla libertà, al riscatto, silenzi che hanno come blasfema cornice

una religiosità che è solo rituale e che nulla ha a che fare con il messaggio di pace di Cristo…” (Giornale di Sicilia)

l’avvincente scrittura di Rapè svela poco a poco un dramma familiare… Al bel testo corrispondono una regia coerente e soprattutto interpretazioni intense. Che bravi i due attori…” (Il Quotidiano di Bari)

Chiesa e Mafia, due istituzioni che intrecciano le loro affilate e sotterranee dietrologie nella devozione per il silenzio….energico e vivace Aldo Rapè…uno spettacolo irruente e sospeso, che diventa un grido di libertà e una vibrazione di sentimenti nudi…l’equilibrio distante della propria libertà…” (Puglia TV)

“... è probabilmente quello che si definirebbe un capolavoro… il testo è eccellente: Due interpreti eccezionali… Sessanta minuti che ti tolgono il fiato” (www.eroicafenice.com)

…l’impatto emotivo forte, grazie non solo alle interpretazioni… che ti porta a dover fare i conti con la valanga, a tratti rabbiosa o emotivamente toccante della storia
(www.levanteonline.net)

Uno spettacolo intenso, un dramma che vede protagonisti due fratelli, due strade opposte, un finale inaspettato per un dramma che pervade le scelte e la vita… Uno spettacolo di impegno civico e sociale, che merita di essere visto
(www.ilmediamo.com)

… Aldo Rapè dimostra ancora una volta la sua eccellenza non solo come

autore del testo teatrale ma anche come interprete passionale, deciso e capace di incarnare a pieno la disperazione di un personaggio complesso come quello di Saro, che ha dovuto lottare non per vivere ma per sopravvivere…” (www.teatrionline.com)

 

Video – Pagina Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *